Conti deposito: un successo che non si ferma più

Conti deposito: un successo che non si ferma più

312 views

Secondo i dati contenuti nelle ultime ricerche effettuate da portali specializzati e riviste di settore il successo dei conti deposito sembra non conoscere ostacoli, sono sempre più numerosi i risparmiatori che optano per questa forma di investimento.

Il motivo principale è presto detto, di fronte ai titoli di Stato sempre meno interessanti con rendimenti che rasentalo lo zero, chi ha intenzione di parcheggiare i propri soldi preferisce farlo in queso modo con la sicurezza di vedersi garantiti degli interessi decisamente maggiori.

Le richieste di accedere ai conti deposito infatti sono aumentate di circa il 4% negli ultimi due mesi rispetto al primo semestre del 2016 confermando quindi un trend positivo che dall’inizio di quest’anno è costantemente in salita.

Altro motivo che ha avvicinato il mondo dei risparmiatori a questo tipo di investimento è relativo alla performance dei conti correnti, i quali garantiscono un rendimento in termini di interessi di gran lunga inferiore e se a questo aggiungiamo lo spettro del bail-in che spaventa gli stessi risparmiatori allora non sarà difficile comprendere quanto diventi interessante e redditizio orientarsi verso questa formula piuttosto che altre.

L’identikit del cliente medio è quello di un uomo di almeno 55 anni con una discreta disponibilità economica che fino ad ieri era solito investire i propri risparmi in BTP o altri titoli statali e che oggi al contrario guarda con interesse questi prodotti finanziari preferendo la soluzione del deposito vincolato che garantisce un rendimento più elevato (il 78% degli utenti infatti è solito scegliere quest’ultimo).

Ma quali sono le proposte più interessanti del panorama finanziario italiano? Ne abbiamo selezionate diverse per cercare di far ben comprendere come la convenienza economica si sia dimostrata il volano per l’aumento di questi investimenti.

Banca IFIS propone una soluzione che garantisce il 2,60% di interessi fino a 60 mesi con spese di bollo e di gestione completamente a carico dell’istituto allo stesso modo di Banca Mediocredito che con il suo Conto Forte applica praticamente le stesse condizioni ad eccezione del tasso di interessi che nell’offerta di quest’ultima si attesta sul 2.50%, per entrambe la modalità di apertura conto è solamente On Line.

Sulla stessa linea d’onda troviamo Dolomiti Direkt che con il conto Depo Dolomite Fix offre ai propri clienti una soluzione inclusiva di un 2,50% di tasso con vincolo a 60 mesi ed imposta di bollo a carico del cliente così come il Conto Green della Banca Popolare di Cividale che però offre un tasso minore (il 2,40%) e mantiene la possibilità di aprire il conto esclusivamente On Line.

Diversa invece è l’offerta del Monte dei Paschi di Siena attraverso il suo Conto Italiano di Deposito “Benvenuto” che offre, contrariamente agli altri la possibilità di gestire gli interessi in modo anticipato, consente di scegliere la durata (ma l’offerta di base è di 60 mesi), offre un tasso di interesse crescente e permette lo smobilizzo anticipato della somma investita, mentre l’imposta di bollo nella misura prevista dalla legge è a carico del cliente.

Le offerte presentate sono al momento quelle più vantaggiose presenti sul mercato, districarsi tra i diversi conti deposito non è certamente semplice ma fortunatamente le condizioni sono più o meno le stesse indipendentemente dall’istituto, quello che al contrario può fare la differenza sono altri parametri quali la somma da investire e le esigenze personali, per cui è sempre preferibile effettuare un’analisi preventiva raccogliendo diversi preventivi per poi scegliere la soluzione più adatta.

 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON TUTTOMAGAZINE