Dario Fo: è morto il “giullare” del teatro italiano

Dario Fo: è morto il “giullare” del teatro italiano

196 views
Dario Fo

Si è spento dopo pochi giorni di ricovero all’ospedale Sacco di Milano in seguito a problemi respiratori Dario Fo, 90 anni 70 dei quali dedicati al teatro.

Non solo attore Dario Fo, anche scrittore, drammaturgo, regista, scenografo, attivista politico e pittore. Un uomo dalle molteplici doti, sicuramente una personalità di grande valore per l’Italia. Vincitore di un Nobel per la letteratura, con la motivazione: «Perché, seguendo la tradizione dei giullari medievali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi».

Sposato per ben 30 anni, dal 1954 al 2013 anno nel quale lei scomparve, a Franca Rame con la quale nel 1958 fondò la prima compagnia teatrale “Compagnia Dario Fo-Franca Rame” e successivamente nel 1968, il collettivo “Nuova Scena” che li vide poi separarsi lavorativamente parlando, per divergenze politico-ideologiche e creare il nuovo gruppo di lavoro “La Comune” celebre per aver messo in scena spettacoli indimenticabili come “Morte accidentale di un anarchico” e “Non si paga, non si paga!”. Le opere per le quali viene ricordato l’attore sono innumerevoli, ma senza dubbio è Mister Buffo, portata in scena nel 1969 quella ritenuta più famosa.

La scomparsa dell’intellettuale Dario Fo, lascia un grande vuoto nel panorama culturale italiano. Un artista d’altri tempi, un uomo indimenticabile, insostituibile ed intramontabile.

 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON TUTTOMAGAZINE