GF Vip – Bettarini e Russo dopo la notte di confessioni la...

GF Vip – Bettarini e Russo dopo la notte di confessioni la Ventura querela

184 views
Simona Ventura avrebbe deciso di agire per vie legali contro l’ex marito Stefano bettarini

In seguito alla confessioni fatte a microfono aperto, giovedì, nella trasmissione Grande Fratello Vip, Simona Ventura avrebbe deciso di querelare l’ex marito Stefano Bettarini e il pugile Clemente Russo.

Bettarini, durante le “confessioni” notturne insieme Clemente Russo, avrebbe affermato di aver più volte tradito l’ex moglie durante il loro matrimoni durato 10 anni, facendo nomi e cognomi delle sue partner. Bettarini, inoltre avrebbe sostenuto che l’ex moglie stessa lo avrebbe tradito. E’ stato proprio a questo punto che Clemente Russo, additando la Vantura con parole offensive, avrebbe detto a Bettarini che se l’avesse trovata con un altro “avrebbe dovuto ammazzarla”.

Immediata la reazione di Simona Ventura che ha incaricato i suoi avvocati di agire per vie legali per tutelare i propri diritti e quelli dei figli.

I legali della Ventura hanno espresso le loro perplessità nei confronti della trasmissione Grande Fratello Vip, chiedendosi come sia potuta sfuggire di mano una situazione del genere, facendo ascoltare a milioni di telespettatori l’increscioso dialogo e non puntando i riflettori su altri personaggi o altre vicende all’interno della casa.

Il Codacons “Chiudete il Grande Fratello Vip”

Il polverone alzato intorno ai due concorrenti della trasmissione ha portato il Codacons a chiedere ai vertici di Canale 5 l’immediata chiusura del Grande Fratello Vip.

Carlo Rienzi, presidente del Codacons, dichiara inaccettabile quanto fatto andare in onda giovedì: in un paese dove ogni giorno inorridiamo di fronte a notizie riguardanti crimini di femminicidio e violenza sulle donne, come è possibile che una trasmissione televisiva faccia emergere maschilismo, sessismo e omofobia.

La condotta di Clemente Russo verrà valutata dal Dap

Per il pugile Clemente Russo i guai non finiscono qui, Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha infatti chiseto al Dap (Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria) di valutare le affermazioni fatte dal pugile, prima nei confronti di Bosco Cobos, poi nei confronti di Simona Ventura, con la conformità allo statuto deontologico del Corpo.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON TUTTOMAGAZINE