Chris Cornell morto: la voce dei Soundgarden e degli Audioslave

Chris Cornell morto: la voce dei Soundgarden e degli Audioslave

122 views
Chris Cornell soundgarden audioslave

Morto Chris Cornell il mondo della musica in lutto

Non sono ancora chiare le circostanze della morte di Chris Cornell, leader indiscusso dei Soundgarden e successivamente voce degli Audioslave. Tutto quello che per ora è noto è che sia stata una morte “improvvisa ed inaspettata“, questo è quanto ha comunicato Brian Bumbery, rappresentante del musicista.

Chris Cornell è morto la scorsa notte a Detroit all’età di 52 anni. A dare per primo la notizia è stato l’Associated Press. I medici incaricati delle indagini stanno ancora analizzando le cause della morte ma per il momento vige il più stretto riserbo, in accordo anche con la famiglia del cantante che ha chiesto di rispetare la privacy.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE ULTIME NEWS

La famiglia di Chris Cornell si è subito resa disponibile a collaborare con le autorità ed i medici che stanno cercando di appurare le cause della morte. Bumbery, l’agente di Chris, ha aggiunto che la famiglia del cantante è sotto shock per la tragica notizia. Chris Cornell, il cui vero nome era Christopher Boyle, era nato a Seattle. Lascia tre figli, Lillian Jean, la prima figlia avuta dalla prima moglie Susan Silver, la seconda figlia Toni e il figlio Christopher Nicholas avuti con la seconda moglie Vicky Karayiannis.

Chris Cornell si trovava a Detroit, in tour con i Soundgarden e appena poche ore prima della sua morte aveva tenuto un concerto al Fox Theater di Detroit. Durante l’esibizione niente avrebbe lasciato ad intendere la possibilità di un malore da parte del rocker. Poche ore prima aveva lasciato anche un post sul suo profilo Twitter (intorno alle ore 20:00), postando una foto all’esterno del Fox Theater e aggiungendo la frase “#Detroit finally back to Rock City!!!!”. Niente quindi avrebbe fatto pensare al tragico destino che attendeva il cantante. Cornell si era riavvicinato ai Soundgarden nel 2010 in occasione della reunion. Il rocker infatti aveva abbandonato il ruolo di frontman della band nel 1997 dopo una luna serie di successi riscossi a partire dall’1984.

Chris Cornell la carriera: dai Soundgarden agli Audioslave

Chris Cornell nasce a Seattle, ed è uno dei capostipiti del movimento groung che nacque intorno agli anni ’80. Nel 1984 fondò i Soundgarden uno dei gruppi più esponenti del movimento insieme, per citarne alcuni, agli Alice in Chains, i Peral Jam e ai Nirvana. Il primo album prodotto dai Soundgarden risale al 1988 “Ultramega Ok“. Il vero successo per la band però arrivò qualche anni dopo, nel 1994 quando brani indimenticabili come “Black Hole Sun” fecero arrivare ai primi posti delle classifiche l’album “Superunknown”.

Nel 1997 i Soundgarden si sciolsero a causa di dissidi e incomprensioni interne al gruppo, così nel 2001 Chris Cornell fondò gli Audioslave insieme ad alcuni componenti ed amici della band Rage Against The Machine. In seguito Cornell intraprese la carriera da solista fino al 2010, anno della reunion con i Soundgarden, che portò alla pubblicazione dell’album “King Animal” accompagnato da un tour a livello mondiale.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON TUTTOMAGAZINE