Rihanna: copertina su Vogue, linea di lingerie, forma fisica, compiere 30 anni...

Rihanna: copertina su Vogue, linea di lingerie, forma fisica, compiere 30 anni e rimanere se stessi, tutto il resto non importa

64 views
rihanna

È una notte di primavera nebbiosa a Parigi, e Rihanna ha appena concluso un incontro con il suo contabile nella suite attigua dell’hotel Four Seasons, un posto che servirà come suo ufficio improvvisato per i prossimi giorni. Il panorama serale dalla terrazza è quasi come una immagine da cartolina, così com’è tutta Parigi, anche se a quest’ora tarda le luci della Torre Eiffel sono uscite da tempo. Robyn “Rihanna” Fenty è una nottambula. I suoi periodi più intensi di creatività spesso arrivano dopo mezzanotte, un ritmo che ha raccolto all’inizio della sua carriera musicale. Nel buio, nell’ambiente insonorizzato di uno studio di registrazione, il tempo è elastico. E quando sei Rihanna e il mondo è la tua ostrica, allora il tempo è davvero elastico. Forse è il motivo per cui non sembra particolarmente preoccupata che l’elenco delle cose da fare di oggi sia lungi dall’essere concluso. C’è una pila di stampe della campagna Fenty Beauty ammucchiate sulla sua scrivania in attesa della sua approvazione; un’ondata di e-mail senza risposta da parte dei membri del team Fenty in vari fusi orari: tutti felicemente aspettano lei. In questo momento, però, c’è un problema più urgente all’ordine del giorno, che richiede tutta la sua attenzione: Rihanna ha deciso che è ora di sistemare la propria vita sentimentale.

Quindi aspetta, sei su un’app di appuntamenti? Non sembri il tipo da app per appuntamenti” dice mentre i suoi occhi verdi a forma di mandorla scrutano il mio iPhone. “Vieni a sederti qui; devi insegnarmi come fare questa cosa“. Rihanna è tutta raggomitolata in un accogliente accappatoio dell’hotel e ha un paio di comode scarpette Fenty Puma ai piedi, eppure irradia impeccabili capelli-glamour arruffati in onde sciolte, pelle luminosa. Anche se mi sono presa molta cura di mettere insieme quello che penso sia un look degno di Rihanna – camicetta Jacquemus, pantaloni smoking vintage Yves Saint Laurent – è difficile non sentirsi come un soldo appannato accanto a una moneta d’oro appena coniata mentre mi avvicino a lei sul divano. Rihanna chiede se può dare un’occhiata attraverso le foto sulla mia app, e io accetto. “Cos’è quel vestito? Quella vendemmia è Jean Paul Gaultier?” Chiede, facendo una pausa sulla mia foto del profilo, un selfie da bagno scattato in un lussuoso hotel di Hollywood. “Farai meglio a impazzire, ragazza; sei bellissima!” Faccio del mio meglio per giocare al meglio, ma la piccola fanciulla dentro di me sta andando fuori di testa. Uscire con Rihanna è divertente tanto quanto i suoi costar nel film di Ocean’s in arrivo: fai sapere che sei in presenza di una superstar, ma è come se chiacchierassi con una vecchia amica. “È una combinazione di starstruck e di essere subito messi a proprio agio“, spiega Sandra Bullock. “Ha anche questo calore, e quando lei ti fa risplendere su di te, ti fa sentire davvero fantastica!

In poco tempo, siamo alla ricerca di potenziali pretendenti. “Questo ragazzo è troppo carino, se sei carina, devi almeno avere le rughe“, dice Rihanna, misurando un tipo di modello maschile che posa a torso nudo su una tavola da surf. E così siamo avanti alla prossima. “OK, e questo mi sta dando Charlie Manson. No?” Annuisco d’accordo; gli psicopatici non sono un’opzione. Dopo aver attraversato una dozzina di profili o più, si atterra su uno buono. “Ora, questo è il tuo tipo!” Dice. Non ha torto: quest’uomo è trasandato ma bello, adatto all’età (36), e sembra essere un lavoratore attivo (un attore, non la mia prima scelta, ma hey, nessuno è perfetto). “Sembra intelligente, è inglese e ha i bordi!” (Traduzione: ha tutti i suoi capelli.) Fa scorrere il dito verso destra e un messaggio appare quasi istantaneamente sullo schermo: è una corrispondenza! Entrambe buttiamo la testa all’indietro e iniziamo a urlare dalle risate.

Rihanna il suo compagno attuale

Ma non lasciarti ingannare: i vertiginosi alti e bassi di Singledom stanno rapidamente diventando un lontano ricordo per Rihanna. In questo momento, ha una relazione. “Mi sentivo in colpa per aver dedicato del tempo alla mia persona“, dice, “ma penso anche di non aver mai incontrato qualcuno che valesse la pena prima.” Anche se è riluttante a parlare del suo compagno per nome, le voci stanno girando attorno al suo legame con Hassan Jameel, un giovane uomo d’affari saudita, poiché le foto dei paparazzi della sua vacanza con un estraneo in Spagna hanno fatto il giro la scorsa estate. Questi recenti sviluppi romantici sono, tuttavia, parte di un cambiamento della marea molto più grande per Rihanna, che ha compiuto 30 anni quest’anno. Per la prima volta nella sua vita, è pienamente impegnata in un sano equilibrio tra lavoro e vita privata. “Anche mentalmente, solo per stare lontana dal mio telefono, per essere nel momento, è stata la chiave per la mia crescita“, dice. “Ora, quando vengo al lavoro,  ci sono tutta dentro. Perché prima o poi, lo sai, gli anni passeranno. Sono contenta che mi stia prendendo il tempo. Sono felice.

Tuttavia, fare quegli aggiustamenti di stile di vita fondamentali non è sempre facile, specialmente se, come Rihanna, sei stata sul tapis roulant delle celebrità da quando eri un adolescente. È ancora più difficile ora che non è solo il volto del suo marchio personale, ma anche l’amministratore delegato di un fiorente impero mondiale di bellezza e moda. Dare il doppio posto sia come rock star chee imprenditrice esperta, in un’orbita di lavoro che attraversa la California (base di partenza per i suoi nuovi collaboratori di intimo), e in Europa, può portare ad un costo fisico notevole, anche per la più intergalattica delle superstar. Da quando ha lasciato il suo appartamento a SoHo, New York, lo scorso autunno, Rihanna trascorre la maggior parte del tempo a Londra o a Los Angeles, anche se per sentito dire, vive praticamente su un aereo. L’ho vista sollevata solo pochi giorni prima, quando, ore prima che la copertina girasse, si è improvvisamente ammalata. L’ambientazione non avrebbe potuto essere più mozzafiato: una villa affacciata su Es Vedrà, l’isola rocciosa dalla mitica costa della costa sud-occidentale di Ibiza, che si dice sia il terzo posto più magnetico del pianeta. Ma nemmeno la forza di volontà adamantina poteva superare lo sfinimento che Rihanna sentiva in quel momento. “Non so se fosse troppo energia magnetica per me, ma sicuramente mi ha fatto cadere in culo“, dice a Parigi, spiegando che spesso sperimenta gli stessi sintomi in questo periodo dell’anno, di solito tra i tour e stagione di premiazioni. “Era come se il mio sistema immunitario l’avesse appena avuto con me.” Il giorno successivo sembrò tornare al suo vecchio io, facendo battute scherzose con i fotografi Mert Alas e Marcus Piggott e tirando visi sciocchi tra gli scatti quando pensava che non stessero guardando, anche se era chiaro che i suoi livelli di energia avevano preso un colpo. Si è diretta a Parigi con un jet privato un giorno prima e ha riprogrammato la nostra intervista, così ho seguito la sua traiettoria di volo.

Rihanna e i suoi 30 anni

rihanna

Rihanna potrebbe essere una forza della natura, ma non è sovrumana. Sta pensando seriamente a prendersi cura di se stessa da quando ha festeggiato il suo compleanno a New York lo scorso febbraio. Quella notte era andata a letto molto prima delle 4:00 del mattino (ci crediate o no, questo è presto per Rihanna) e si è svegliata la mattina dopo senza alcuna traccia di postumi di una sbornia, in tempo per vedere i suoi amici più cari e la sua famiglia all’aeroporto – difficilmente il tipo di comportamento che ci aspettiamo dalla donna che abbiamo conosciuto come @badgalriri su Instagram. In questi giorni condivide le stesse ansie per il suo benessere di tante giovani donne della sua età: “OK, quindi ora che ho 30 anni, ci sono cose che dovrei fare? Dovrei essere preoccupata? Dovrei congelare i miei ovuli? Cosa fai a 30 ?!

Rihanna e i suoi progetti: Ocean’s 8

Ma se pensate che ciò significa che sta rallentando, ripensateci: a giudicare dalla lista dei suoi progetti in corso, Rihanna si sta preparando per quello che è considerato uno dei periodi più produttivi della sua carriera. C’è l’attesissimo rilascio di questo mese di Ocean’s 8, in cui interpreta Nine Ball, un hacker astuta con dreadlocks a vita in una squadra di banditi tutta al femminile (Sandra Bullock, Sarah Paulson, Cate Blanchett, Mindy Kaling, e Helena Bonham Carter) tramando una rapina alla serata di gala Met Ball. (Il vero colpo di scena qui è che Rihanna coordina il gala di quest’anno, al fianco di Donatella Versace e Amal Clooney.) Il regista di Ocean’s Gary Ross ricorda le prime idee spitball per il film con Rihanna nel backstage dopo un concerto a Malmö, in Svezia, nel 2016. Fu durante quella sessione di brainstorming a tarda notte che decisero di legare le radici dell’isola di Rihanna al suo profilo di personaggio e di creare Nine Ball Bajan. “Rihanna è così coraggiosamente autentica. Non le importa cosa la gente pensa di lei; è completamente investita nell’essere se stessa“, dice Ross. “Ha anche una serietà di scopo e attenzione che non molte persone hanno. È tutta incentrata sul lavoro e non viene fornita con un bagaglio personale in eccesso“.

Rihanna e la linea di prodotti cosmetici Fenty Beauty

Un post condiviso da badgalriri (@badgalriri) in data:

Sulla scia della follia di realizzare un film di successo, Rihanna in qualche modo è riuscita a lanciare Fenty Beauty in collaborazione con Kendo, l’incubatore di LVMH per i nuovi fantastici marchi di trucco, lo scorso settembre. Leader di una gamma di fondotinta che coprono uno spettro completo di tonalità della pelle (ci sono 40 diverse tonalità), il marchio ha scosso l’industria della bellezza in modi che pochi al momento potrebbero aver previsto, spingendo una conversazione più ampia sull’inclusività che era stata a lungo ignorata . Il successo della sua linea di cosmetici è stato senza precedenti, a quanto si dice, accumulando incredibilmente 100 milioni di dollari di vendite entro 40 giorni. Le liste d’attesa di alcuni banchi di trucco continuarono per mesi. (Sono stata tra centinaia di donne che si sono messe in fila fuori da Harvey Nichols a Londra lo scorso autunno, solo per scoprire che la mia ombra era già esaurita.)

Rihanna e Savage X Fenty la sua linea di lingerie

Rihanna lingerie savage x fenty
Modella di lingerie Savage x Fenty

Rihanna inizialmente fu presa alla sprovvista dalla risposta. Era cresciuta guardando sua madre applicare il trucco, quindi pensare alle basi per i toni della pelle più scuri era naturale. “Come donna di colore, non potrei vivere con me stesso se non lo facessi“, dice. “Ma quello che non mi aspettavo era il modo in cui le persone si emozionavano nel trovare la loro carnagione sullo scaffale, che sarebbe stato un momento rivoluzionario.Ha adottato lo stesso approccio con Savage X Fenty, la sua linea di lingerie diretta al consumatore, in collaborazione con il colosso della vendita al dettaglio online TechStyle che ha lanciato l’11 maggio, offrendo una gamma di biancheria intima per nudisti che va ben oltre il reggiseno beige da T-shirt beige. Non è la sola a mettere in discussione la nozione limitata di “nudo”: la collezione Yeezy di Kanye West per l’autunno 2015 ha presentato un cast di modelli diversi in look dalle tonalità carnose che comprendevano una vasta gamma di colori, dal più bianco al più ricco. Ora Rihanna sta spingendo quell’idea un passo avanti, facendo luce sulle frustrazioni che molte donne di colore affrontano vestendo i loro corpi al livello più intimo. Ha detto in passato che il suo più grande rimpianto per il vestito Adam Selman che indossava ai CFDA Fashion Awards del 2014 era che non indossava un perizoma da abbagliamento, soprattutto perché le mutandine nude alle quali era finita non erano la giusta match- “non il mio nudo“, come lei sottolinea.

Rihanna Lingerie Savage x Fenty
Modelle di lingerie Savage x Fenty

Va da sé che anche la nuova linea porterà un messaggio positivo per il corpo. I modelli di lingerie di Rihanna sono disponibili in tutte le forme e dimensioni. Sono vere donne con corpi reali che si ergono come un rinfrescante contrappunto alle dimensioni impossibili della supermodella che hanno definito il look della lingerie per decenni. Come Gigi Hadid e Serena Williams, Rihanna è stata l’obiettivo dei troll di Internet che fanno del male al corpo. Le sue risposte pubbliche sono state rare, ma quando si tratta di spazzare via gli haters, di solito è fatta con una dose di arguzia tagliente: la scorsa estate ha pubblicato un esilarante meme prima e dopo la perdita di peso del rapper Gucci Mane, una lingua -in-cheek annuisce alle sue fluttuazioni sulla scala. Perché cosa potrebbe essere più sexy di un senso dell’umorismo? “Devi solo ridere di te stesso, onestamente. Voglio dire, so quando ho una giornata grassa e quando ho perso peso. Accetto tutti i corpi“, dice, scrollando le spalle. “Non sono costruita come una ragazza di Victoria’s Secret, e mi sento ancora molto bella e sicura della mia lingerie“.

Un post condiviso da badgalriri (@badgalriri) in data:

Rihanna e la sua musica, un nuovo album Reggae

Eppure il lavoro più impressionante di Rihanna inizia e finisce con la sua musica. Mentre sono passati più di due anni da quando ha pubblicato Anti, continua a dominare le classifiche pop, e lei ha fissato un altro punto di riferimento in questo marzo come la prima artista femminile a superare due miliardi di stream su Apple Music. Con il suo prossimo disco, il suo nono, Rihanna sta spostando l’ago della sua uscita creativa da capo: ha in programma di fare un album reggae. Anche se è presto per nominare una lista completa di collaboratori, una delle prime influenze potrebbe essere Supa Dups, il produttore discografico nato in Giamaica che ha lavorato con ballerini come Beenie Man, Sean Paul e Elephant Man. Se Rihanna dovesse nominare il suo reggae artist preferito di tutti i tempi, però, dovrebbe essere Bob Marley. (Le descrizioni del santuario di Bob che una volta aveva costruito a casa sua sono dappertutto su Internet.) “Mi sembrerà un vero turista quando ti racconterò le mie migliori canzoni di Bob” dice, fermandosi a scorrere una playlist sul suo iPhone prima di snocciolare molti dei suoi successi più amati: “Three Little Birds“, “No Woman, No Cry” e “Redemption Song“, un classico di Marley che ha visto in tour. Potrebbe sorprendervi apprendere che di tutti i brani del catalogo dell’icona del reggae, “Buffalo Soldierè quello che risuona con Rihanna a un livello profondamente personale. Il tema della canzone di sconvolgimento e spostamento è un ritornello familiare per la cantante, che è stata portata via da Barbados a New York nel giro di pochi mesi dalla scoperta del produttore discografico Evan Rogers alla tenera età di sedici anni. Il suo istinto e il gusto per il rischio di prendersi rischi, spesso le hanno fatto paragoni con Madonna, sebbene in realtà le somiglianze tra Bob Marley e Rihanna suonino più vere, anche al di là dell’ovvia connessione dell’isola. Come Marley, Rihanna è posseduta da un senso elettrizzante, non studiato, ma totalmente elettrizzante. La sua capacità di ricalibrare continuamente l’umore di una generazione nel modo in cui suona, guarda e si muove attraverso il mondo ha involontariamente posizionato lei, proprio come ha fatto lui, sull’asse globale della cultura popolare.

Rihanna conosce bene le pressioni che derivano dall’essere spinti sul palcoscenico mondiale in giovane età. È stata obbligata a interpretare molti dei riti di passaggio più concreti della vita agli occhi dell’opinione pubblica. È per questo che è sempre stata riluttante ad accettare l’idea di essere un modello. “Quel titolo mi è stato messo in testa quando stavo solo cercando la mia strada, commettendo errori di fronte al mondo. Non pensavo fosse giusto“, dice. “Ora capisco il concetto, ma a quel tempo avevo la stessa età delle ragazze che stavano guardando me. E questo è un posto davvero difficile dove fare la teenager. ” Sebbene sia certamente più vecchia e più saggia ora, il tag della modella di ruolo non le si adatta ancora perfettamente. Implica una mentalità convenzionale che è in contrasto con il suo spirito fieramente indipendente. L’atmosfera di Rihanna è più mutevole, il suo istinto più contro intuitivo, la sua energia quasi impossibile da contenere. E la sua volontà di essere vulnerabile e scoprire la sua anima non fa altro che amplificare la sua misticità.

Persino i veterani più raffinati di Hollywood sembrano irrimediabilmente incantati dalla presuntuosa sicurezza di Rihanna. Cate Blanchett la descrive come “come la Sfinge”. È antica, misteriosa, unica, cattiva. Mel Ottenberg, la stilista che ha contribuito a orchestrare i momenti più audaci della moda della cantante, la paragona amorevolmente a un gatto che può saltare fuori da una finestra con i tacchi a spillo e atterrare ancora sui suoi piedi“. Non ha paura di assecondare i suoi impulsi primari. La sua camera da letto preferita è dipinta di nero, e ha allestito una delle sue case con un covo in stile grotta – lei la chiama la sua “grotta del gattino”.

Il nome che Rihanna ha dato alla sua linea di lingerie incapsula perfettamente il suo stato di essere in questo momento – ed è scritto in lettere d’oro su una catena che le gira intorno al collo: s-a-v-a-g-e. “Savage significa davvero prendere possesso completo di come ti senti e delle scelte che fai. Sostanzialmente facendo in modo che tutti sappiano che la palla è nella tua corte” dice, torcendo la targhetta tra le unghie laccate di viola. “Come donne, siamo considerate come i bisognosi, quelle che avranno il cuore spezzato in una relazione. Savage è semplicemente il contrario. E sai, ai ragazzi non piace avere le carte su di loro, mai.

Rihanna e il successo dell’album “Anti”

I fan riconosceranno una versione di questa dichiarazione dal testo di “Needed Me”, il singolo di successo di Anti che è diventato disco di platino cinque volte. Nel video, Rihanna è una donna in una missione di vendetta che assassina il suo ex amante nella fumosa stanza sul retro di uno strip club di Miami. La cantante è stata criticata per aver affascinato la violenza, anche se i suoi difensori sostengono che questa immagine sovversiva parla delle mutevoli dinamiche del potere della cultura. È strano pensare che Anti sia caduto molto prima dell’alba di Trump, o #MeToo, quando si considera lo spirito di resistenza che pulsa silenziosamente attraverso il disco. Perfino l’ambientazione apocalittica e il guardaroba per il tour, da qualche parte tra Mad Max e Blade Runner, sembravano prefigurare giorni più bui. L’album ha ricevuto una ricezione tiepida al momento del suo rilascio. Alcuni critici l’hanno scritto come scattershot e irregolare, carico di canzoni pop che erano tutt’altro che dolci. Altri la chiamavano auto-indulgente, fatta apposta per compiacere se stessa. Alla fine, Anti ha sfidato ogni aspettativa, ottenendo più successi “numero uno” nella classifica delle discoteche da ballo di Billboard rispetto a qualsiasi altro album della sua storia. E sebbene fosse notoriamente snobbato ai Grammy, Rihanna si sarebbe aggiudicato il prestigioso premio Vanguard (l’equivalente di MTV a un premio alla carriera) ai VMA.

È stata una delle apparizioni più memorabili della sua carriera, con un miscuglio di canzoni eseguite durante la notte e una serie di strabilianti trasformazioni del guardaroba. Eppure l’intero evento è stato messo in secondo piano da un capitolo più titillante nella storia della cultura pop: dopo aver fatto un cartellone a Los Angeles un paio di giorni prima congratulandosi con Rihanna, Drake l’ha presentata con il premio mentre professava il suo eterno amore per lei in diretta TV. All’improvviso quello che avrebbe dovuto essere il suo grande momento divenne tutto su di lui.

Rihanna e il rapporto col suo ex Drake

Rihanna sobbalza leggermente alla menzione del nome del rapper prima che i suoi occhi si velino di fredda indifferenza. “I VMA sono uno spettacolo di premi incentrato sui fan, quindi avere quell’energia intorno a me e conoscere le persone che hanno ricevuto il premio in passato, ha fatto sì che si sentisse un grosso problema“, dice. “Aspettare attraverso quel discorso è stata probabilmente la parte più scomoda. Non mi piacciono troppi complimenti. Non mi piace essere messa alla prova.” Quando chiedo dello stato attuale della loro amicizia, il suo atteggiamento è ottimistico. “Non abbiamo un’amicizia ora, ma neanche siamo nemici. È quello che è.”

Il pomeriggio successivo Rihanna mi invita nella sua suite d’albergo a provare il nuovo trucco della sua linea Fenty Beauty. Spero di poter dare qualche consiglio anche al mio selfie: la foto del profilo sulla mia app per appuntamenti ha quasi un anno, dopotutto. Quando arrivo, lei è vestita in un look da aeroporto: pantaloni mimetici, una felpa nera con cappuccio e chiari muli Manolo Blahnik. È impegnata ad applicare una base leggera per Jahleel Weaver, membro del suo team creativo. Ci sono vasi di polvere dai colori vivaci allineati in modo ordinato sulla credenza, tra cui uno chiamato Sangria Sunset, la tonalità rosa caldo che riconosco come aspetto avanguardista di Rihanna del Met Ball di Rei Kawakubo dell’anno scorso. Sto già indossando il suo bestseller Pro Filt’r foundation # 360, che alla fine ha ottenuta a Sephora un paio di mesi dopo il lancio. Per aggiungere a ciò, sono immediatamente attratta dai rossetti, incluso uno in una profonda tonalità di prugna chiamata PMS, e un altro in viola zingy chiamato One of the Boyz che si apre con un intenso pigmento quando lo provo sul dorso della mia mano . “Tutti i ragazzi di Hollywood si truccano sul tappeto rosso, anche se non lo ammetteranno“, dice, rivolgendo la sua attenzione a me. “Lo sai, vero, Chi? Chi?” Sembra che, dopo il rendez-vous della scorsa notte, io sia diventata parte della famiglia. In effetti, Rihanna tratta la sua cerchia prevalentemente femminile di giovani impiegate con l’affetto da presa in giro di una sorella maggiore. La lealtà, spiega, è la sua priorità numero uno. Quando nuove persone sono iniziate nel campo di Fenty, di solito devono imparare le corde come prima assistente, quindi può guardarle.

Rihanna il suo passato alle Barbados

Detto questo, è difficile rivaleggiare con i legami profondi che ha formato con la sua famiglia allargata a Barbados. Le sequenze di Maestà, la sua nipotina precoce di tre anni, potrebbero essere il passatempo preferito di Rihanna. Gli adorabili messaggi video che ha archiviato sul suo telefono offrono conforto nei giorni in cui le mancano le Barbados. Ha ricordi vividi della prima volta che ha sentito nostalgia di casa, due anni dopo essersi trasferita negli Stati Uniti, un intenso desiderio che l’ha spinta a parlare al telefono con Rorrey, suo fratello minore, e dirgli quanto lo amasse. “Sono praticamente cresciuto in paradiso. Voglio dire, le persone risparmiano per tutta la vita per andare in vacanza lì, ed è facile darlo per scontato“, dice.

Ma anche il paradiso non è stato immune dall’epidemia di armi: lo scorso anno, Tavon Kaiseen Alleyne, il cugino ventunenne di Rihanna, ha perso la vita in una sparatoria. Rihanna ha parlato contro la violenza delle armi in passato, sebbene il suo approccio all’attivismo sia più sottile di quello di molti dei suoi pari. Fondò tranquillamente una non-profit, la Fondazione Clara Lionel, dal nome dei suoi nonni, che si concentra sull’educazione e l’assistenza sanitaria nelle comunità povere. (Ha recentemente stretto una partnership con il presidente francese Emmanuel Macron per un’iniziativa di educazione globale). Eppure, nonostante questi sforzi filantropici e l’influenza che esercita sui social media, non dimentichiamo che quando ha chiamato Snapchat per aver fatto luce sulla violenza domestica in una pubblicità su di lei, la società di comunicazione ha perso circa 800 milioni di dollari in valore di mercato da un giorno all’altro – sente lo stesso senso di impotenza che molti di noi fanno nell’infinito scorrere del ciclo di notizie di attualità. Preferisce rilasciare la sua buona volontà attraverso più canali privati, comunicando con i fan che la inviano direttamente su Instagram ogni volta che ottiene un momento libero. Per Rihanna, alzare la consapevolezza del pubblico con un post su Instagram è una cosa, ma a che punto è solo un servizio a parole? Come possiamo influire sul cambiamento in un modo più grande?

Rihanna non pretende di contenere tutte le risposte, ma capisce che la sua più grande forza in questo momento è la sua incondizionata realtà. In questo senso, qualsiasi posizione politica che prende sarà sempre legata alle sue esperienze personali. “Ho davvero abbracciato mio cugino la notte prima che morisse. Non sapevo perché. Ora ogni volta che abbraccio qualcuno, lo abbraccio come se fosse l’ultima volta. Potrebbe essere la mia più grande lezione di vita, non aspettare nulla, nemmeno domani“, dice, fermandosi per raccogliere i suoi pensieri. “Domani è troppo tardi secondo me.

L’istinto materno della stella è ovvio. Le chiedo che tipo di madre pensa che lei sarà un giorno, anche se è abbondantemente chiaro che lei sarà il tipo che ama molto. “Non riuscirò a staccare gli occhi da mio figlio. Lo so già su me stessa“, dice. “Avranno bisogno di costringermi ad assumere una bambinaia.” Persino il suo gusto per i TV reality tende a matriarche esuberanti. Lisa Vanderpump, la star 57 anni di The Real Housewives of Beverly Hills, potrebbe essere la più grande cotta per le ragazze di Rihanna. “Dimmi chi è una cagna più cattiva di Lisa Vanderpump! Lei è l’obiettivo AF!” Dice, aprendo un evidenziatore d’oro chiamato Trophy Wife. “È chic ma comunque divertente. Le piace essere a casa con suo marito e poi va a occuparsi dei suoi affari. Forse nel suo armadio ci sono un paio di migliaia di Birkin, ma è ancora concentrata. Lo amo di lei.

Cerco di immaginare come sarà la vita di Rihanna tra 25 anni. Vivrà la vita tranquillamente opulenta e überglamorous nelle colline come Lisa Vanderpump, un uomo al suo fianco e un branco di cuccioli Pomeranian ai suoi piedi? Forse sì, ma probabilmente no. La verità è che cercare di anticipare la prossima mossa della superstar è praticamente impossibile, ed è questo che la rende ancora più elettrizzante da guardare. Il suo senso di Spidey la porta in luoghi che la maggior parte di noi non oserebbe andare. Chiediti “cosa farebbe Rihanna?” In qualsiasi situazione, e la risposta è garantita al di fuori della tua zona di comfort.

Quindi hai scritto al ragazzo dell’attore? Sai, nella tua app per appuntamenti?” Chiede. Devo ammettere che non l’ho ancora raggiunto, ma davvero dovrei. Questa strana regola che ho di non fare la prima mossa improvvisamente mi sembra orribilmente antiquata. Rihanna ha ragione. La vita è troppo breve.

Fonte: Vogue

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON TUTTOMAGAZINE