Salute, la felicità fa buon sangue

Salute, la felicità fa buon sangue

65 views

Rafforzare le difese immunitarie senza ricorrere a farmaci o integratori? È possibile. Come? Basta essere felici. A dirlo è uno studio condotto di recente da un team di ricercatori tedeschi che hanno pubblicato i risultati della ricerca sulla rivista scientifica internazionale Nature.

La felicità aiuta a star bene

Essere felici non è solo un ottimo antidepressivo e un toccasana per l’umore. Essere felici è il modo migliore per non beccare influenze e raffreddori. Lo dice uno studio internazionale, portato avanti in Germania, pubblicato su una delle testate più prestigiose del mondo scientifico: Nature.

Le persone tendenzialmente felici, infatti, il più delle volte sono caratterizzate da un buon sistema immunitario, partendo da questo assunto la ricerca condotta da un team di ricercatori tedeschi evidenzia come la formazione di anticorpi contro virus e batteri sia in realtà soggetta e influenzata da un ormone collegato alla felicità.

Di cosa si tratta? Della dopamina. Inoltre, il team ha evidenziato la assenza di questo meccanismo nei topi.

I dettagli dello studio

La ricerca parte dall’analisi del ruolo degli anticorpi, chiamati a combattere ogni intrusione nociva all’organismo.

Ogni volta che una sostanza estranea entra in circolo nel nostro corpo, infatti, il sistema immunitario si attiva e attraverso gli anticorpi lo combatte.

Ciò avviene nelle regioni specializzate dei linfonodi: i centri germinativi che selezionano il gruppo di anticorpi più adatto a contrastare la minaccia in corso.

Come spiega Michael Meyer-Hermann del Braunschweig Integrated Centre of Systems Biology, in Germania: le cellule immunitarie – i linfociti B e quelli T – “collaborano tra loro e formano una struttura chiamata sinapsi immunologica, attraverso cui le membrane cellulari si trasmettono informazioni“.

È nella gestione di questo processo che la dopamina svolge un ruolo importante grazie alla sua funzione di neurotrasmettitore del sistema nervoso centrale.

Cosa ha dimostrato la ricerca

Grazie al supporto dei computer, attraverso una simulazione, gli studiosi hanno dimostrato sono proprio le cellule T presenti nei centri germinativi a liberare la dopamina che, dal canto suo, accelera la regolazione dei segnali per la selezione delle cellule B necessarie alla migliore risposta immunitaria.

Il ricercatore tedesco spiega ancora: “L’effetto più pronunciato del processo controllato dalla dopamina è quello di produrre una quantità chiaramente aumentata di anticorpi”.

La rilevanza della scoperta

La felicità aiuta, quindi, a stare bene. Una scoperta non da poco, tante le applicazioni che ne potrebbero derivare.

In particolare, secondo i ricercatori, i risultati potrebbero portare vantaggi potenziando le risposte immunitarie dopo la vaccinazione nella popolazione anziana. Potrebbero, anche, favorire il miglioramento della sopravvivenza durante un’infezione molto aggressiva.

I rimedi naturali per migliorare il sistema immunitario

E se siamo proprio in un periodo no come possiamo aiutare il nostro sistema immunitario? I rimedi naturali sono numerosi, basti solo pensare alle straordinarie proprietà del baobab che può essere acquistato, in polvere, anche on line su portali come Shankara.it, dedicato proprio ai prodotti naturali in linea con uno stile di vita improntato alla ricerca della serenità e della calma interiore. Ricco di vitamina C, proprio come le arance e i limoni, aiuta a rafforzare le difese immunitarie dell’organismo, creando una barriere potente all’attacco degli agenti patogeni. Non bisogna mai dimenticare, infatti, che il primo alleato della salute è proprio la natura e che l’alimentazione può giocare un ruolo di primo piano nel contrasto alle malattie.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON TUTTOMAGAZINE