Tina Anselmi morta: fu il primo ministro donna in Italia

Tina Anselmi morta: fu il primo ministro donna in Italia

217 views
tina anselmi morta
Tina Anselmi morta a 89 anni fu la prima donna ministro in Italia.

Tina Anselmi morta all’età di 89 anni fu la prima donna in italia ad essere insignita della carica di Ministro della repubblica Italiana, nel 1976 quando le fu assegnato il Dicastero del Lavoro.

Si è spenta nella notte del 1 novembre Tina Anselmi, nella sua casa di Castelfranco Veneto a Treviso, fu nominata Ministro del Lavoro e della Previdenza sociale nel luglio del 1976 sotto il governo Andreotti. Nata il 25 marzo 1927 a Castelfranco Veneto da una famiglia di ideali cattolici ed antifascisti, decise di entrare nella resistenza dopo essere stata costretta ad assistere all’impiccagione di 31 partigiani da parte dei fascisti. Militò nella brigata autonoma Cesare Battisti, al comando di Gino Sartor, col nome di battaglia di “Gabriella”, passando poi al Comando regionale veneto del Corpo volontari della libertà.

Dal dicembre 1944 entra a far parte della Democrazia Cristiana. A 32 anni entra nel consiglio nazionale della DC, nel congresso che vedrà la nomina di Aldo Moro come segretario in sostituzione di Fanfani. Nel 1976 è la prima donna a diventare Ministro, sotto il terzo governo Andreotti. Successivamente, sempre sotto il governo Andreotti, diverrà ministro della Sanità contribuendo in maniera significativa a porre le basi di quello che sarà il Servizio Sanitario Nazionale. Nel 1981 la ritroviamo come Presidente della Commissione di inchiesta sulla loggia massonica P2 di Licio Gelli.

Il 1998 la vede ricevere l’onorificenza di Dama di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana, e nel 2016 la sua persona viene celebrata con l’emissione di un francobollo. E’ stata l’unica persona ancora in vita a cui è stato dedicato un francobollo.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON TUTTOMAGAZINE