Tullio De Mauro Morto chi era il grande linguista e professore

Tullio De Mauro Morto chi era il grande linguista e professore

324 views
tullio de mauro morto
Tullio De Mauro Morto oggi 5 gennaio 2017, chi era il famoso linguista italiano.

Tullio De Mauro morto oggi 5 gennaio 2016, la cultura italiana perde un’altra delle sue pietre miliari. Chi era il grande linguista Italiano.

Nei Primi anni del dopoguerra frequenta il Liceo Classico statale Giulio Cesare a Roma e all’inizio degli anni ’50 si iscrive al Partito Liberale Italiano. Diventa in seguito insegnante di Linguistica Generale e dirige il Dipartimento di Scienze del Linguaggio nella Facoltà di Lettere e filosofia. Successivamente dirige il Dipartimento di Studi Filologici Linguistici e Letterari nella Facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università la Sapienza di Roma. In seguito insegna in molte altre università italiane tra cui Palermo, Napoli, Salerno. Tra le sue più importanti opere si ricorda la traduzione del Corso di linguistica generale (Cours de linguistique générale) di Ferdinand de Saussure. Dal 1969 al 1973 ha presieduto la Società di Linguistica Italiana e dal 1995 al 1997 la Società di Filosofia del Linguaggio. Nel 1975 viene eletto Consigliere Regionale del Lazio nelle liste del PCI e nel 1976 viene nominato Assessore alla Cultura. Nel novembre 2006 contribuisce alla fondazione dell’associazione Senso Comune con un progetto di dizionario informatico, fondazione di cui era ancora Presidente. Inoltre Tullio De Mauro era socio onorario dell’Accademia della Crusca. Nel 2007 è presidente del comitato direttivo del Premio Strega. Nell’arco della sua intensa vita Tullio De Mauro ha collaborato con numerosi giornali e settimanali, ricordiamo Il Mondo, Paese Sera, L’espresso, L’unità, La Stampa, La Repubblica, Il Manifesto, Il Sole 24 Ore, Il Mattino. Tra il 1960 e il 1973 ha inoltre collaborato spesso a trasmissioni radiofoniche e televisive  della RAI.

Il Fratello minore, Mauro De Mauro era giornalista de L’Ora di Palermo e venne rapito e ucciso dalla mafia nel settembre del 1970.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON TUTTOMAGAZINE